Sistema Archivistico Nazionale
Pagina principale Archivio di Stato di Biella
  Inizio   Come raggiungerci   Mappa del sito   Contattaci   Amministrazione trasparente   Disclaimer
 
Chi siamo
Servizi
Patrimonio documentario
Biblioteca
Didattica
Formazione
Spazio Aperto
per il territorio

         Percorsi
Gli Archivi
del biellese
 
 

Ospedale di Biella

Le origini dell'Ospedale risalgono alla seconda metà del XVI secolo quando la Confraternita della Santissima Trinità affiancò all'opera assistenziale la cura dei malati, ma è nei primi decenni del secolo successivo che l'Ospedale divenne realmente operativo.
Occupò il sito del convento di San Pietro e attraverso vari ampliamenti raggiunse la struttura attuale.
Fu dotato da numerosi lasciti.

Bibliografia:
D. Lebole, Storia della Chiesa Biellese. Le Confraternite, vol. I, Biella 1971, pag. 190-199.

L'archivio

La maggior parte dei documenti conservati dall'Archivio di Stato risulta prodotta tra l'inizio dell'800 e il 1945 e contiene informazioni relative all'attività di gestione dell'ente, ivi compresi i lavori di ristrutturazione e ampliamento che hanno portato all'edificio che attualmente ospita l'Ospedale, con un buon numero di disegni tecnici.
Le carte più antiche, invece, sono relative ai beni.
Quattro pergamene del secolo XIV, rogate dai notai Nicolino Strambo, Pietro Spina e Pietro de Moxo, sono comprese tra gli atti prodotti in una lite ottocentesca su questioni legate ai mulini. Concernono quote di proprietà del mulino detto "de passalaquis", posto in territorio di Biella presso il torrente Cervo, che tra il 1390 e il 1399 vennero acquistate dai fratelli Giacomo e Guglielmo fu Giovanni Ferraris.
Documentazione risalente al primo periodo in cui oper&0grave; l'Ospedale è conservata nell'archivio della Confraternita, della Santissima Trinità.
Alcune antiche pergamene si trovano pure tra le carte dell'Archivio Storico della città di Biella. Molte proprietà dell'Ospedale provenivano dalla famiglia Avogadro di Vigliano; i documenti ad essi relativi, datati tra i secoli XV e XVII, dei quali esiste un dettagliato elenco presso la Fondazione Sella nel fondo Quintino - serie originaria, sono ora conservati nell'archivio privato della famiglia Avogadro di Collobiano.

Bibliografia:
G. Bolengo, Ospedale di Biella, in 'Archivi e Storia', 1994, n. 11, pag. 109

Archivio Storico della città di Biella

Immagine dall'Archivio
Patrimonio documentario
    Strumenti
    di ricerca
    Archivio di Stato
    di Biella nel SIAS
  Indice Opere Pie
  ed Ospedali
    Congregazioni
    Orf.Ravetti
    Ospedale
    Ospizio
    Ipai
©2003 Archivio di Stato di Biella - ultimo aggiornamento 25 gennaio 2016